Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Il gusto intramontabile dei biscotti di Castellammare
Lug28

Il gusto intramontabile dei biscotti di Castellammare

I tipici biscotti di Castellammare, dalla classica forma di sigaro, questi prodotti vengono generalmente offerti insieme ai taralli ricoperti di glassa…

Read More
Stazioni dell’Arte: Io scendo a Piscinola-Scampia!
Mag14

Stazioni dell’Arte: Io scendo a Piscinola-Scampia!

In questo Maggio dei Monumenti diamo spazio alle “Stazioni dell’Arte”, conoscete la storia della stazione Piscinola-Scampia?

Read More
Luigi Buccico: il papà della Metropolitana
Mag14

Luigi Buccico: il papà della Metropolitana

Luigi Buccico: il papà della Metropolitana Quante volte vi capita di prendere la linea 1? Forse tutti i giorni, per andare al lavoro o all’università, o magari sporadicamente per fare compere o qualche commissione. In ogni caso sappiate che siete in buona compagnia, perché nei giorni feriali circa 150.000 persone si spostano grazie alla linea 1 della metropolitana di Napoli lungo i 18 chilometri che separano le stazioni di...

Read More
L’arte impressionista, da Parigi a Napoli
Mag02

L’arte impressionista, da Parigi a Napoli

L’arte dell’ impressionismo, da Parigi a Napoli. Due donne in abiti eleganti passeggiano sottobraccio.Piove, ma solo una delle due ha l’ombrello aperto…

Read More
Il Real Orto Botanico: gli alberi possono insegnare
Apr27

Il Real Orto Botanico: gli alberi possono insegnare

L’Orto Botanico fu fondato nel 1807 da Giuseppe Bonaparte, da un’idea di Ferdinando IV di Borbone nata nel 1799. Nel corso dell’800 si succedettero numerosi direttori che con impegno e dedizione portarono l’Orto a diventare uno dei poli più famosi di Europa.

Read More
Plissé Papoff: la rinascita di un’arte
Apr12

Plissé Papoff: la rinascita di un’arte

Plissé Papoff: la rinascita di un’arte Scorrendo veloci fra le minuscole pieghe del cartone le dita producono un rumore ritmato, una melodia che riempie l’aria del laboratorio. Guardare le quattro mani che lavorano simultaneamente è quasi ipnotico e il fruscio che interrompe il processo per un brevissimo istante, quello per tirare lo stampo in modo da avvicinarlo al bordo del tavolo, racchiude il tempo necessario affinché...

Read More