Baia sommersa, dove il tempo si è fermato
Ago04

Baia sommersa, dove il tempo si è fermato

Chi non conosce Pompei ed Ercolano, le cittadine romane che nel 79 d. C. il Vesuvio volle coprire di polveri e lava così da custodirne la bellezza per poi restituirla dopo secoli tra la meraviglia e lo stupore di chi per primo riportò alla luce quelle costruzioni tanto antiche. Ma l’antica Roma vive immortale e silenziosa nel nostro golfo anche in punti meno conosciuti, forse perché non così semplici da scovare. Eppure basta...

Read More
L’Officina dei papiri: quando “vecchio” e “nuovo” si incontrano
Lug08

L’Officina dei papiri: quando “vecchio” e “nuovo” si incontrano

Talvolta succede che la forza del passato sia tale da riuscire a superare qualsiasi avversità, a sopravvivere numerosi secoli per portare ai posteri un messaggio: questo è proprio ciò che è avvenuto ai papiri di Ercolano. Un po’ come tutte le scoperte migliori il ritrovamento di quasi 2000 rotoli contenenti opere che si credevano irrimediabilmente perdute avvenne per caso; nel 1752, durante la costruzione di un pozzo, alcuni operai...

Read More
La Vaiasseide, ritratto di una città
Giu04

La Vaiasseide, ritratto di una città

vaiasseide Vaiassa: va·iàs·sa/, meridionale, sostantivo femminile Serva, fantesca. estens. Donna del popolo sguaiata e volgare, incline al pettegolezzo e alla rissa. Voce napol.; alterazione di bagascia. Quante volte abbiamo sentito il termine vaiassa? L’etimologia che abbiamo riportato è la più accreditata, ma comunque resta insicura. Quello che sappiamo con certezza è che la figura della serva sguaiata e pettegola è una delle...

Read More
Bagnoli 1960, quando le case erano rosse di fumo
Mag30

Bagnoli 1960, quando le case erano rosse di fumo

Bagnoli. Un pontile lungo quasi un chilometro si protende verso il mare regalando ai passanti la possibilità di vedersi circondati da un paesaggio azzurro, in cui il confine tra acqua e cielo si confonde. Il panorama è quello del golfo di Pozzuoli con Ischia e Capri ben visibili a ovest, ma ancora più vicina è Nisida, sembra quasi di poterla toccare. Originariamente questa struttura aveva fini tutt’altro che turistici. Nel 1962 la...

Read More
Silvestro, il poeta di Port’Alba
Mag09

Silvestro, il poeta di Port’Alba

Sono intenta ad avere una di quelle conversazioni negative che non si dovrebbero mai avere in una splendida giornata primaverile. Port’Alba è più frenetica del solito, piena di risate straniere, di profumi di pizze dai mille gusti e colori. Eppure, non basta. “Ti chiedi mai che senso abbia? Lo stare qui, intendo. Che senso ha se la meta, in fin dei conti, è la stessa per tutti? Che tu sia stato ciò che sei stato, a chi importa?” Sta...

Read More
James Senese e la Tammuriata nera
Mag02

James Senese e la Tammuriata nera

“Quella? E’ una canzone razzista, fai attenzione, non sentire la musica, ascolta le parole” Queste le dichiarazioni James Senese, il famoso suonatore di sax che da oltre cinquant’anni incanta il mondo con la sua musica. È la mattina del 1 Ottobre 1943 quando, finalmente, dopo oltre cento bombardamenti e giorni di estrema ma inarrestabile resistenza, i primi carro armati americani entrano a Napoli.Tuttavia, nonostante le ostilità siano...

Read More