Strade, luoghi e palazzi

Gianturco: dai 28 mulini a “L’amica geniale”

by

La zona Est di Napoli, meglio conosciuta come Gianturco, fino a qualche decennio fa veniva chiamata da tutti i napoletani “la zona industriale”. Questo perchè Gianturco è stato per secoli il terreno designato dal re per innalzare le fabbriche di cuoio, lontano dal cuore di Napoli. Ma andiamo con ordine.

Misericordiella: la chiesa nel cuore della Sanità

by

Quel quid lo si può ritrovare magari in altre culture, o in altri paesi. Ma la cosa magnifica è che la maggior parte delle volte il napoletano rimane affascinato da ciò che ha nella propria città. E’ questo il caso della Chiesa della Misericordiella.

Situata all’ingresso della Sanità, questa chiesa ha qualcosa di speciale.

La Biblioteca Nazionale di Napoli: un mondo di libri

by

La prima volta che entrai nella Biblioteca Nazionale di Napoli avevo 14 anni. Mi ci portò mia madre, diceva che si trattasse di un posto speciale. Ero in quarto ginnasio e mi stavo allora avvicinando alle prime letture un po’ più serie. Non potevo capire a pieno il valore di tutte quelle opere lì conservate, tutti quei titoli e quegli autori erano per me del tutto sconosciuti.