Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Quando i Campi Flegrei estinsero l’Uomo di Neanderthal
Gen31

Quando i Campi Flegrei estinsero l’Uomo di Neanderthal

Forse in pochi sanno che i Campi Flegrei sono stati una delle cause che provocò l’estinzione dell’Uomo di Neanderthal. Come mai? Ecco qui la loro storia.

Read More
Il capitone e la minestra maritata: il Natale napoletano
Dic24

Il capitone e la minestra maritata: il Natale napoletano

Le origini di questi due piatti sono antichissime, il Capitone risale al Cristianesimo antico mentre la minestra maritata al 1300.

Read More
Guerriera Guerrieri: la donna che salvò il patrimonio della Biblioteca Nazionale
Dic18

Guerriera Guerrieri: la donna che salvò il patrimonio della Biblioteca Nazionale

Guerriera Guerrieri: la donna che salvò il patrimonio della Biblioteca Nazionale

Read More
Libreria Tamu: uno sguardo su Oriente, Africa ed altri Sud
Nov18

Libreria Tamu: uno sguardo su Oriente, Africa ed altri Sud

Era una calda serata di fine Settembre, una di quelle serate in cui l’afa era così opprimente da lasciarti addosso l’odore di scirocco, dall’arabo shurhùq, “vento di mezzogiorno”. Un vento proveniente da sud, un vento di novità e tradizione, quasi a sottolineare un senso di appartenenza all’evento che avrebbe avuto inizio di lì a poco quella sera: l’inaugurazione della libreria Tamu, un punto di riferimento per la cultura del...

Read More
Oplontis: nelle sfarzose sale della villa di Poppea
Nov06

Oplontis: nelle sfarzose sale della villa di Poppea

Oplontis: nelle sfarzose sale della villa di Poppea Il tempo consuma, logora, ma spesso la terra conserva in sé i suoi doni più preziosi, imponenti strutture architettoniche mangiate dalla lava senza essere distrutte, destinate a rinascere in epoche diverse, a rivedere la luce dopo secoli ed essere ammirati sotto gli occhi affascinati di spettatori a noi contemporanei. È quello che accadde nel XVIII secolo, nell’attuale zona di Torre...

Read More
Da “guallera” a “tamarro”: la lingua araba nel napoletano
Ott28

Da “guallera” a “tamarro”: la lingua araba nel napoletano

Il dialetto napoletano è certamente il più colorito, il più immediato e il più influenzato dalle culture che sono state ospiti nella nostra città, rispetto a qualsiasi altra lingua in Italia.

Read More