Il wafer neapolitaner e l’incontro fra Napoli, la Grecia e Vienna
Nov24

Il wafer neapolitaner e l’incontro fra Napoli, la Grecia e Vienna

  Uno dei dolci austriaci più diffusi e famosi nel mondo intero sono infatti i Wafer chiamati comunemente “neapolitaner“. No, nessuna coincidenza: “neapolitaner” sta proprio per “napoletano” ed è un termine che si riferisce agli ingredienti utilizzati per realizzare il dolce. Chiunque abbia frequentato il centro dell’Europa sa bene che uno dei più grandi motivi di orgoglio di tutte le...

Read More
La Metropolitana di Napoli progettata da Edoardo Bennato
Nov10

La Metropolitana di Napoli progettata da Edoardo Bennato

Quarant’anni fa, mentre gli ultimi cantieri stavano concludendo la distruzione delle colline di Napoli ed il sacco della città era ormai compiuto, fu pubblicato un album da un ventottenne napoletano assai talentuoso, tale Edoardo Bennato: si chiamava “Io che non sono l’imperatore” ed era un attacco vivo, forte ed ironico al mondo intero con la rabbia e la voglia di rivoltare il mondo di chi, da giovane,...

Read More
L’arte dei guantai napoletani nel cuore della Sanità
Ott23

L’arte dei guantai napoletani nel cuore della Sanità

Che Napoli sia eccellenza assoluta nel vestiario è un fatto noto ed indiscutibile: fra cravatte raffinatissime, i tessuti delicatissimi di San Leucio e le storiche camicerie napoletane, spesso però non si pone la giusta attenzione verso l’arte napoletana nella produzione dei guanti. Eppure Napoli è chiamata ancora oggi “capitale dei guanti“. Questa storia comincia nel ventre della città, precisamente nell’unico...

Read More
Ciccio Cappuccio, il camorrista che fu re di Napoli
Lug25

Ciccio Cappuccio, il camorrista che fu re di Napoli

Ciccio Cappuccio era un camorrista che, grazie alla sua violenza, fu amato dal popolo e diventò il modello da seguire per le generazioni future.

Read More
La storia delle millenarie pietre verdi di Ischia
Apr14

La storia delle millenarie pietre verdi di Ischia

  Il tufo è pelle, corpo e anima di Napoli: il suo colore giallo e le sue caratteristiche eccellenti per l’edilizia ne fecero le fondamenta dell’intera città. Ischia, invece, rimase ben fuori dagli sconvolgimenti dei Campi Flegrei che crearono le immense riserve di tufo napoletano: la famosissima pietra di origine vulcanica, rispettando l’etichetta di “Isola Verde” che da sempre è caratteristica di...

Read More