Villa Volpicelli: comprata per 51 mila lire e oggi set di “Un Posto al Sole”

Conosciuta da tutti per essere il set della soap opera "Un Posto al Sole" dal 1999, Villa Volpicelli a Posillipo è probabilmente uno dei condomini più conosciuti d'Italia. Ma qual è la sua storia? Da dove ha origine il suo nome?

Conosciuta da tutti per essere il set della nota soap opera “Un Posto al Sole” dal 1999, Villa Volpicelli a Posillipo è probabilmente uno dei condomini più conosciuti d’Italia. Ma qual è la sua storia? Da dove ha origine il suo nome?

Grazie alle carte del 1627 di Alessandro Baratta (uno dei più grandi incisori del sedicesimo secolo, di origine calabrese) intitolate Fidelissimae urbis neapolitanæ cum omnibus viis accurata et nova delineatio aedita in lucem ab Alexandro Baratta”, sappiamo che Villa Volpicelli doveva esistere da prima del ‘600 e che era di proprietà del ricco Pietro Santacroce.

Ma alla morte di Santacroce, Villa Volpicelli divenne di proprietà del demanio e infatti, successivamente, dalle carte di Giovanni Carafa del 1775, appariva come “Cas. Di Schitella e Fortino appresso”.  Il fortino veniva infatti utilizzato dai Principi di Ischitella per scopi difensivi e divenne una caserma militare dall’aspetto piuttosto formale, ma pur sempre monumentale.

L’utilizzo come fortino da parte dei principi portoghesi di Ischitella di Villa Volpicelli non era casuale: il porticciolo di Riva Fiorita, oggi scambiata erroneamente con il nome del ristorante limitrofo “Giuseppone a’ mare”, veniva sfruttato come approdo per le grandi imbarcazioni, e in queste acque ormeggiavano le navi dei più importanti nobili napoletani.

Nel XVIII secolo c’è chi assume le sembianze di un vero fortino sotto la dominazione dei Borbone, fu trasformata in una caserma. Intorno al 1750, al porticciolo furono assegnati scopi militari, perciò intorno alla villa vennero costruiti alcuni magazzini e delle stalle. Solo con l’arrivo di Gioacchino Murat furono costruite delle strade più confortevoli, per raggiungere via terra Villa Volpicelli. Giungere sino a Villa Volpicelli era quasi impossibile a meno che non si possedesse una barca.

Ma perchè assunse questo nome Villa Volpicelli?

Nel 1884 il nobile Raffaele Volpicelli la acquistò per la misera cifra di 51.000 lire, un prezzo che oggi farebbe sicuramente molto discutere. Il suo scopo era quello di ridare l’antico fascino seicentesco alla villa e quindi ordinò dei lavori costosissimi per riportarla allo stato del suo primissimo aspetto, ovvero come la vediamo anche oggi. Anche i giardini di Villa Volpicelli hanno delle particolarità: sono confinati da un antico muro di cinta e sono proprio in direzione del mare.

I vicini di casa di Villa Volpicelli sono i presidenti della Repubblica, visto che Villa Rosebery si trova esattamente accanto.

More from Francesco Li Volti

Letizia De Martino: la prima giudice donna d’Italia

15 anni corrono dal 1948, data dell’entrata in vigore della Costituzione, e...
Read More