Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Misteri a castel Sant’Elmo

Castel Sant'elmo

 

Il castel Sant’Elmo sorge sulla collina del Vomero, nella zona di San Martino e domina la città di Napoli con la sua possente struttura da fortezza medioevale. Nasce intorno alla fine del 1200, durante il regno di Carlo I d’Angió. La storia del castello peró ve l’abbiamo già raccontata e se volete saperne di più potete cliccare qui.

Io invece voglio parlarvi di qualcosa che forse non sapete, di una leggenda ambientata proprio in questo baluardo.

Questo castello affascina per l’imponenza delle sue mura, alte ed enormi che racchiudono storie e leggende di prigionieri, assassini, amori.

Se osservate queste mura, anche per pochi istanti, vi sembrerà di udire sibili agghiaccianti ed urla acute. Alcuni ipotizzano si tratti del sibilo del vento prodotto nelle grotte sottostanti ma ancora oggi questi misteri sono tutti da scoprire.

Quello che è certo è che nel castello vaga un fantasma vestito di bianco, allegro e giocherellone, con un passatempo particolare: spaventare gli altri mentre gridando e ridendo entra ed esce dalle mura del castello.

Esiste inoltre un vecchio cancello a sud della fortezza sulla soglia del quale le guardie reali uccidevano tutti quelli che volevano assalire la fortezza. I loro corpi non venivano sepolti ma gettati nei sotterranei per farlo divorare dai topi o addirittura, si dice, dagli stessi abitanti del posto. Secondo alcune testimonianze, i lamenti e i pianti di queste vittime sarebbero ancora udibili passando davanti al cancello.

-Mariagiovanna Guillaro

Author: Mariagiovanna Guillaro

Studentessa di scienze biologiche e fotografa freelance. Ho scritto per l'online e partecipato ad un paio di pubblicazioni su carta stampata a carattere poetico/narrativo. Fotografa per Spaccanapoli online e Co-founder di "Storie di Napoli"

Share This Post On