La chiesa dietro l’angolo

cesarea

chiesa

10917144_1525479547731506_2051786281188139129_o

 

Questa deliziosa chiesetta dal colore insolito e dal pauroso Occhio della Provvidenza che tutto vede, sorge su una delle vie principali di Napoli che collega il centro storico all’alto Vomero.
Di che via si tratta? Della salita dell’Infrascata!
Mi spiego meglio, intorno alla fine del ‘500, la zona corrispondente con Salvator Rosa era tutt’altro che edificata. Le fresche frasche regnavano sovrane e la salita era più vicina ad un’avventura nella giungla che ad una passeggiata in campagna.

Ed è proprio in questo contesto che nasce la nostra chiesa, chiamata Chiesa della Santissima Trinità alla Cesarea o Santa Maria del Rimedio a Salvator Rosa, situata in un piccolo vicolo di fronte la scuola G.B. Vico.

Nel ‘600 gli ordini ecclesiastici presero possesso del centro storico, ma alcuni di loro si sentivano soffocare, così decisero di salire sulle colline a prendere una boccata d’aria fresca. E mica vuoi stare senza una chiesa in mezza alla campagna?

Fu così che i i frati Italiani della Redenzione di Captivi dell’Ordine di Santa Maria della Mercede acquistarono il palazzo del Cardinale Belmosto per farci agli inizi del ‘700 una bella chiesa con monastero annesso!

Fino a qui, tutto semplice. Nel 1980 a causa del terremoto, la chiesa fu abbandonata per inagibilità. Ma ciò che si vede dall’esterno non rispecchia le condizioni dell’interno. Tant’è che dal 2005 l’ex monastero ospita un ostello della gioventù, offrendo ai tantissimi turisti che vengono a Napoli un’emozione unica data dalla meraviglia mista al degrado e al profumo di storia che solo la nostra città può dare.

-Roberta Montesano

More from Roberta Montesano

Il ponte dei Papuncielli

Io vivevo per strada, molti musicisti hanno copiato i grandi d’oltreoceano, io...
Read More