Tra due piazze, il lungomare più bello del mondo

10506884_1436525786626883_7179066153538852624_o

Tra due piazze, il lungomare più bello del mondo.

Parliamo ovviamente della nostra via Caracciolo che con 1200m di lunghezza va da piazza Repubblica a Piazza Vittoria con visioni panoramiche sulle colline del Vomero e di Posillipo. Da qui è possibile ammirare con un sol colpo d’occhio il Vesuvio, Castel dell’Ovo e Capri: “un lusso incredibile per l’animo” come disse Donald Moore, console generale americano a Napoli.

La strada prende il nome dall’ammiraglio Francesco Caracciolo, eroe della Repubblica Partenopea, impiccato da Nelson all’albero maestro della sua nave; gettato nelle acque del Golfo, il corpo senza vita fu ritrovato e raccolto sul litorale di Santa Lucia.

Meta preferita dei napoletani durante le sere d’estate, via Caracciolo prende vita nell’ambito di quel grande intervento urbanistico, il Risanamento, che mutò radicalmente e definitivamente il volto della maggior parte dei quartieri storici della città. Una colmata a mare e un notevole ampliamento della villa comunale attuato dal 1869 al 1880: ecco via Caracciolo, con insieme la creazione di una rete fognaria e di un piccolo porticciolo per i marinai, compensandoli così della spiaggia persa.

Per la sua bellezza, si pose come uno degli interventi più positivi realizzato dalle amministrazioni comunali dell’800 anche se l’ampliamento della città ha radici remote che risalgono al 1537 a cura di don Pedro de Toledo. Non mancarono perplessità e infinite polemiche per aver distrutto l’ambiente naturale e la spiaggia di cui restano piccoli frammenti in prossimità della Rotonda Diaz che si apre a metà percorso e di alcune delle scogliere artificiali.

Per tutti i napoletani questo è e sarà il lungomare più bello del mondo. D’altronde la propria mamma non è sempre la migliore?

-Mariagiovanna Guillaro

More from Mariagiovanna Guillaro

Stairway to San Martino’s heaven

Stairway to San Martino’s heavenAvete presente quelle scale sotto il belvedere del...
Read More