Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Recent Posts From All Categories

Gran Premio Napoli: quando a Posillipo c’era la Formula1

Il Gran premio Napoli prendeva il via da Posillipo e aveva come punto di partenza il Parco Virgiliano. Si proseguiva verso via Tito Lucrezio Caro…

Gianturco: dai 28 mulini a “L’amica geniale”

La zona Est di Napoli, meglio conosciuta come Gianturco, fino a qualche decennio fa veniva chiamata da tutti i napoletani “la zona industriale”. Questo perchè Gianturco è stato per secoli il terreno designato dal re per innalzare le fabbriche di cuoio, lontano dal cuore di Napoli. Ma andiamo con ordine.

“3103”: Tommaso Primo racconta il suo viaggio nel futuro

” Chi vuole venire a parlare con Tommaso Primo?” Beh, come...

Storia dell’Imbrecciata: tra prostitute e femminelli

Tra le taverne più celebri c’era “dal Crispano”; un luogo ideale per mangiare del buon cibo fresco e bere del vino, ma con la possibilità di andare a donne. D’altronde Napoli è stata una delle capitali della prostituzione dal XV al XVII…

Buffalo Bill beffato dagli scugnizzi a Napoli

Buffalo Bill e la sua compagnia allestirono il loro anfiteatro in zona Stazione, precisamente al corso Meridionale. I prezzi delle tribune andavano da 1 a 5 lire e la curiosità del pubblico fu evidente dal primo momento.

Quando Rossini fu imprigionato nel palazzo Barbaja

Alexandre Dumas ci racconta che, quando giunse il primo giorno del sesto mese, alla richiesta del conte Barbaja di cominciare a comporre, Rossini abbia risposto che doveva andare ad una partita di pesca al Fusaro e per questo impossibilitato ad intraprendere un’opera così maestosa come l’ “Otello”. Fu la goccia che fece traboccare il vaso. Barbaja non ne potè più dei vizi di Rossini e così ebbe un’illuminazione. 

Le finte finestre di corso Umberto I

Corso Umberto I è una delle strade più trafficate di Napoli, con una storia ultra millenaria, dove addirittura i greci e i romani hanno posto le prime pietre dei loro insediamenti.

I segreti e le leggende della Grotta del Mago

Nelle mattine d’estate, quando temporali inaspettati si abbattevano sulle...

Totò e Pasolini: una coppia improbabile

Non sembra anche a voi proprio una strana coppia quella di Pasolini e...

Quando Richard Wagner prendeva il tram a Napoli

Correva l’anno 1876 e Richard Wagner era all’apice del suo...